Home » Reportage Rock Around The Blues Festival

Rock Around The Blues - Rosolina Mare

Reportage Rock Around The Blues Festival

Sono qui al mercato del pesce e dovrei scrivere l’articolo per il Branco Ottico, quello sul Rock Around The Blues di Rosolina Mare, evento musicale in stile anni 50 organizzato dai Delta Foggy Rockers.
Purtroppo in questo momento non mi è possibile, il bello è che avrei in mente molte cose, riuscirò a ricordarle tutte?
È sempre così, l’uomo giusto al momento sbagliato, o forse il contrario?!?!

Quest’anno siamo presenti come fotografi ufficiali della manifestazione in veste di BRANCO OTTICO, precedentemente come ROCK BLUES PHOTO abbiamo seguito altri due anni di festival producendo molto materiale fotografico ai concerti e sul set, abbiamo anche pubblicato un libro nel 2014, visionabile al seguente link: Rock Around The Blues.

Ma come mai questo cambio di nome?
Avevamo l’esigenza di una identità vicina al nostro modo di interpretare e vivere la fotografia, non solamente legata al Rock Around The Blues.

Questo evento strizza l’occhio al Jamboree in quanto è più “giovane”, ma le band sono ad un livello stratosferico.

Beh, io ero li venerdì sera al “prefestival” in piazzale S.Giorgio, di fronte al bar il Gattaccio, suonavano i FABULOUS DADDY e devo dire che di gente la piazza aveva fatto il pieno, ballavano tutti, dagli improbabili ragazzini vestiti da rapper, che col Rockabilly contrastavano non poco, agli abituè con camicia a fiori e risvoltina “alta”.

Finito il concerto sono passato a salutare il Branco che stava allestendo la mostra nel centro congressi tra avvitatori, cavi, lampadine e parecchio caldo. Parecchio caldo.
Si dice in giro che abbiano terminato la serata sul tardi con i piedi a mollo nel mare ed una birra in mano.

Il sabato pomeriggio non sono potuto essere presente, ma mi immagino il barby (Matteo Barbon) col furgone affollato di octabox, fondali, stativi e quant’altro. Persino i lacci delle scarpe inzuppati di sudore.

La sera, al piano terra del Centro Congressi di Piazzale Europa, c’era un esposizione di moto Royal Enfield, oltre al nostro tatuatissimo amico Tony Be Good Viviani col suo Barber Shop, mentre al primo piano c’era la mostra del Branco Ottico, che quest’anno era costituita da una trentina di cianotipi 50x60cm stampati a mano da Davide Rossi e virati al thè. Pensate che solo per lavare le stampe, eseguite secondo la nota tecnica ottocentesca, sono serviti all’ incirca 300 litri d’acqua e parecchie notti di lavoro.

Ho assistito all’esibizione dei francesi Jake Calypso and His Red Hot, che dire, eccezionali!!
Seguiti dagli The Haystack Hi-Tones anche loro di ottimo livello.
I vari gruppi sono stati intervallati dai Djset.

Non sono rientrato a casa prima delle due di notte, quindi ero assente la mattina dopo al Pool Party degli organizzatori dell’evento.
C’erano sicuramente una temperatura da sauna ed un mucchio di tatuatissimi personaggi in ammollo.

Federica, sopravvissuta al caldo intenso, ha portato a casa anche una testimonianza fotografica con la sua inseparabile FujiFilm Instax.

Scorpacciata di Djset nella mattinata/primo pomeriggio con DJ FUNHOUSE BROS, DJ LALLA HOP, DJ WANTON.

Mentre dopo le sedici, visto l’abbassarsi delle temperature da 40 a 39,8 °C, tutti i temerari si sono sfogati in sessioni live di rock’n’roll e Woogie Boogie, circondati da signorine fasciate con costumi anni cinquanta.

Dalle 21 Dj Set di LOLA TERRY prima di JOHNNY HORSEPOWER, DI MAGGIO BROS e le immancabili mitiche coppie danzanti a dar spettacolo sotto il palco con il caldo a sfiancare tutti.
Alla mostra fotografica c’era un passaggio continuo, nonostante i 40 gradi del centro congressi.

Poi a tutto il Branco la faticaccia di smontare.

1056 giorni o se preferite 36 mesi di immagini del Rock Around The Blues davanti agli occhi!

Tutto questo è semplicemente Rock’n’Roll !!!

 

 

 

Lascia Un Commento