Home » Per un quintale e mezzo di carta fotografica

Per un quintale e mezzo di carta fotografica

Articolo e intervista: Davide Rossi

 

Il ritorno all’argento

Sveglia alle 4:40

Direzione Milano, destinazione Punto Foto Group, evento “carta al kilo”!

Si parla di carta fotografica fotosensibile, gelatina d’argento che alla luce rossa della camera oscura, si trasforma magicamente in immagini. Un materiale molto prezioso, che normalmente ha un costo elevato, ma che per l’occasione è stato venduto un tanto al chilo.
Non è stato difficile alzarsi ed essere puntuali…

L’idea geniale di Felix Bielser, titolare del PFG ed accumulatore seriale di carta fotografica, ha colto in pieno un cambiamento storico, l’iniziativa è stata il sensore che ha registrato un interesse verso la fotografia argentica ben oltre le aspettative.

Il mercato silenzioso degli appassionati è venuto allo scoperto e non si tratta certo di una nicchia di nostalgici, dal mattino abbiamo visto ragazze e ragazzi giovani e pimpanti caricarsi gli zaini pieni sulle spalle per salire nella metro.

Una sensazione bellissima, almeno per me.

Ma attorno a questa idea c’è un progetto molto importante che riguarda una riorganizzazione di professionalità e competenze del team di Felix.

Noi del Branco lo abbiamo intervistato in un momento di assedio, la nostra fame di carta era molta e veniva alimentata continuamente da quanto usciva dal misterioso magazzino.

Carta fotografica molto vecchia e di ogni misura, in alcuni casi magari velata, carte particolari a basi colorate, supporti ed emulsioni speciali, loghi storici scomparsi da anni e brand neanche mai visti.

Un vero parco dei divertimenti per tutti quelli che sanno a cosa mi riferisco.

Il quintale e mezzo di peso registrato dalla bilancia al momento di caricare l’auto, non ha certo placato la nostra fame, presto quel materiale magico si trasformerà in idee e progetti fotosensibili, ogni immagine che prenderà vita sarà un pezzo unico.

Ma l’intervista audio fatta ad un FELIX BIELSER emozionato ed ancora appassionato del proprio lavoro, svela molto di più e va seguita attentamente perché tocca punti fondamentali sulla tendenza fotografica contemporanea…

“… non c’è nulla che si ripete, noi oggi stiamo vivendo un approccio alla fotografia completamente diverso rispetto al passato, dobbiamo re-inventarci come professionisti per stimolare la curiosità e dare tutti i mezzi …”

 

“… paradossalmente per un giovane che è cresciuto nell’era del digitale, l’analogico è una novità, infatti l’età media del nuovo mercato della fotografia argentica è molto bassa, è oramai una richiesta che non riguarda una moda, ma un fenomeno che va aumentando…”

Buon ascolto e buon argento a tutti…

 

 

 

 

Foto di copertina: si ringrazia la storica macelleria Mischiatti Giuseppe di Villanova Del Ghebbo, Rovigo, per la disponibilità dimostrata, la simpatia e gli assaggi intercorsi durante i preparativi

 

 

 

 

Lascia Un Commento